L’edizione 2021 de Le Strade del mondo rifletterà sull’avvio di una possibile raccolta di voci fuori luogo, intesa come elemento costitutivo del futuro Luogo per la memoria “Davanti a Villa Emma”. L’obiettivo è la creazione di un Archivio che utilizzi metodi di raccolta innovativi e si misuri con i vari soggetti che abitano la scena dell’accoglienza.

Tenteremo di attivare un doppio sguardo, che da un lato voglia ridefinire il ruolo di quanti si apprestano concretamente a raccogliere storie, dall’altro si soffermi sulla condizione e sulla soggettività di quanti immaginiamo, spesso, come oggetti della nostra ricerca, senza soffermarci a valutare adeguatamente le intenzioni che ci guidano o le ragioni del nostro coinvolgimento.

QUARTO seminario

PER UN ARCHIVIO DI
voci fuori luogo

Esperienze e pratiche di ricerca

Sabato 2 e domenica 3 ottobre 2021

Dopo lo svolgimento di tre Seminari online – PolifonieStorie mai scritte: i racconti delle diaspore per una storia decolonizzataMigrazioni, storie, diritti – stiamo progettando un incontro in presenza che da un lato faccia il punto sul cammino avviato, dall’altro offra ulteriori elementi di riflessione, insieme alla possibilità di partecipare ad un’esperienza laboratoriale a contatto con materiali e fonti provenienti da storie di fuori luogo.

Continueremo nell’adozione di un doppio sguardo, orientato a ridisegnare ruolo e presupposti di quanti si apprestano concretamente a raccogliere storie, nonché a interrogarsi su condizione e soggettività di chi immaginiamo, solitamente, come oggetto della nostra indagine, senza valutare adeguatamente i presupposti che ci guidano o la nostra specifica posizione. Proprio da ciò emerge la necessità di un ripensamento dei ruoli e delle funzioni degli attori della ricerca, accompagnato da un approccio polifonico e interdisciplinare che interroghi le modalità di costruzione e gli usi di un possibile archivio di voci fuori luogo, soffermandosi su metodi, linguaggi e lingue da adottare, e proponendo nuove prospettive di lavoro.

In che modo, quindi, si può elaborare una metodologia maggiormente consapevole su tali questioni? Nel prossimo seminario raccoglieremo le fila degli incontri precedenti, ragionando in maniera partecipata sulla collocazione del progetto all’interno del Luogo “Davanti a Villa Emma”. L’appuntamento costituirà anche occasione per riflettere sul caso Nonantola, incontrando migranti, attori dell’accoglienza, amministratori e nativi del paese. Al tempo stesso, sarà proposto un laboratorio fondato sull’uso di fonti e sulla sperimentazione di nuove pratiche di ricerca.  

I lavori si snoderanno attorno ai seguenti temi:

  • Discutere e progettare tra voci fuori luogo: riflessioni sull’inizio di un cammino
  • Nonantola e la sua comunità: oggetti e soggetti per uno studio
  • Dal racconto dei ragazzi ebrei di Villa Emma alle voci di chi oggi arriva da lontano
  • L’archivio come spazio partecipato: quali fonti per la nostra raccolta?

Proposte laboratoriali: 

  1. Vivere fuori luogo / Scegliere di essere fuori luogo
  2. Infanzie altrove
  3. Non solo memoria: scritture, diari, lettere sugli altrove con cui conviviamo

Mercoledì 14 luglio 2021

Seminario di formazione

Migrazioni, storie, diritti

Verso una raccolta di voci fuori luogo

Venerdì 11 e sabato 12 giugno 2021

Seminario di formazione

Storie mai scritte

I racconti delle diaspore per una storia decolonizzata

Venerdì 30 aprile 2021 | ore 15-19

Seminario di formazione

Polifonie

Verso una raccolta di voci fuori luogo